Visto Turistico e Visto di Ricongiungimento Famigliare per la Cina

Visto per la Cina

Ogni volta che faccio il visto per la Cina incontro qualche nuovo problema. Questo articolo è la guida completa per richiedere il visto turistico cinese e visto di ricongiungimento famigliare.

I miei genitori stanno per venire in Cina a trovarmi. Mamma Vilma è andata a fare richiesta per il visto turistico e, come ogni anno, c’è qualcosa di nuovo. Qui la guida aggiornata per richiedere il visto turistico cinese e anche per il visto di ricongiungimento famigliare. Lascio la parola all’esperta:

Ogni anno, quando devo intraprendere il mio viaggio annuale in Cina, mi informo per tempo (almeno 30 giorni prima del volo) sulle modalità di rilascio dei visti. Ogni anno, da quattro anni a questa parte, trovo sempre qualche novità rispetto la precedente versione. La cosa peggiore è che alcuni degli obblighi o dei documenti richiesti non sono neppure riportati sul sito ufficiale per la richiesta dei visti cinese. Il sito a cui faccio riferimento è visaforchina, che è molto ben spiegato ma incompleto.

Per chi ne avesse bisogno, condivido la mia recente esperienza di richiesta di visto turistico per la Cina e provo a dare qualche delucidazione in più rispetto a due tipi specifici:

  1. quello turistico (fai da te , quindi non richiesto tramite agenzia di viaggio che penserebbe a tutto) o più propriamente denominato Visto L
  2. il rilascio del visto di ricongiungimento famigliare, o Visto Q2 che viene “Rilasciato a chi intende visitare parenti: cittadini cinesi che risiedono in Cina o cittadini non cinesi con residenza permanente in Cina, per un periodo di permanenza non superiore a 180 giorni”

Non è detto che tutto questo sia valido forever and ever, ma questa che riporto dovrebbe essere la procedura da seguire ad oggi (marzo 2017).

Dove fare un visto per la Cina?

A Roma e Milano non si può andare in Ambasciata o in Consolato a fare rischiesta, ma ci si deve rivolgere ai CVASC, ovvero Chinese Visa Application Service Center (centro applicazione visto cinese), mentre a Firenze si può andare direttamente in Consolato.

Indirizzo CVASC Roma: Viale Regina Margherita 279 00198 Roma

Indirizzo CVASC Milano: Via Federico Confalonieri 29, Milano

Consolato Cinese a FirenzeVia Dei Della Robbia,89 -50132 Firenze

Le novità rispetto al 2016

  • la tipologia della foto da allegare,
  • la richiesta della fotocopia del proprio passaporto (richiesta non presente sul sito)
  • il  modulo per chi ha un passaporto rilasciato dopo il 1 gennaio 2015 dove dichiarare in quali paesi ci si è recati e per quanto tempo,  firmato in originale (da compilarsi anche per gli europei che si sono spostati solo nell’ambito dell’area Schengen!) N.B.:  il modulo non si trova sul sito quindi lo allego qui in pdf.

Il Visto L (visto turistico)

Per ogni richiedente di Visto L (turistico) bisogna presentare:

Per chi, come me, viaggia per conto proprio e va a trovare una persona italiana residente in Cina (e quindi non ha una prenotazione alberghiera) vanno inoltre allegati :

  • 1 copia della lettera di invito di chi ospita, firmata dall’ospitante (va bene anche una scannerizzazione). Il modulo della lettera d’invito si trova qui
  • 1 Fotocopia della pagina con foto, generalità e validità del passaporto dell’ospitante + la pagina del suo visto (se la persona ospitante non è cinese)

Costi dei visti

Il costo per noi italiani richiedenti il visto turistico ai CVASC Milano o Roma è attualmente di € 127,10 cadauno, se non è richiesto con urgenza  e viene preparato in 4 gg lavorativi. Vi sono diverse moetodologie di richiesta dei visti ed ovviamente la procedura urgente costa di più.

In ogni caso, qui puoi trovare le informazioni dettagliate sui costi per i visti.

Personalmente ho sempre fatto richiesta per un permesso valido unicamente per quel dato periodo (turistico con massima validità 90gg) indicato sul visto e per una sola entrata.

Se però, anticipatamente, programmerò di uscire e rientrare in Cina in date già stabilite e con biglietto aereo già prenotato per il secondo viaggio, potrò farlo dichiarando la necessità di due ingressi al momento della richiesta del visto e, nell’ambito della validità del visto stesso, potrò usufruire del doppio ingresso sempre spendendo unicamente € 127,10.

Nota bene: Hong Kong e Macao sono città speciali e non richiesono visti. Purtroppo, se dalla Cina si va in una di queste due città, conta come uscita. Se hai in programma un viaggio che passa anche da Hong Kong e Macao, devi richiedere un visto multi-entry.

Visto Q2 (ricongiungimento famigliare)

Per chi, come ha, ha un parente residente in Cina con un visto di ricongiungimento famigliare, si può usufruire di un visto per visita parenti Q2 . Questo consente più entrate durante l’anno e, salvo modifiche future, allo stesso costo di un visto turistico (127,10 euro).

Per ogni richiedente il visto Q2, si deve presentare:

  • il proprio passaporto con validità residua di almeno 13 mesi, e 2 pagine libere attigue per l’applicazione del visto

come descritto per Visto L si dovrà allegare:

Inoltre:

  • 1 copia della prenotazione volo aereo A/R (solo del primo viaggio previsto)
  • 1 copia del certificato di matrimonio del parente (nel mio caso mio figlio)
  • 1 copia del certificato di matrimonio del coniuge (nel mio caso, di mia nuora)
  • 1 copia carta d’identità (fronte/retro) del documento di identità del cittadino cinese (ancora mia nuora)
  • 1 copia del passaporto del cittadino cinese (nuovamente, di mia nuora)
  • 1 copia Lettera di invito di chi ospita (ed in questo caso dovrà essere mia nuora ad invitarmi), il modulo della lettera d’invito si trova qui
  • 1 copia del certificato di nascita del parente (mio figlio) che viene rilasciato dal Comune di nascita.

Ed anche se non me l’hanno detto io aggiungerei alla lista dei documenti:

  • la fotocopia del passaporto del parente col suo visto di ricongiungimento famigliare, non si sa mai!

Spero che tutto ciò ti possa tornare utile!

Condividi l’articolo sui social network per aiutare chi dei tuoi amici deve recarsi in Cina!

Se hai domande o vuoi condividere la tua esperienza riguardo l’applicazione per visti cinesi, scrivi nei commenti!

About Jappo

Sinologo dal 2006 e da sempre appasionato di scrittura, viaggi e scambi culturali. Clikka qui per la presentazione completa

View all posts by Jappo →

4 Comments on “Visto Turistico e Visto di Ricongiungimento Famigliare per la Cina”

  1. Ecco un aggiornamento sulla mia esperienza del visto Q2 che prevede entrate multiple per visite a famigliari residenti in Cina.
    Sto richiedendo in questi giorni il visto per il prossimo viaggio in Cina a dicembre en el mio caso ho presentato tutti i documenti richiesti al Visa for China di Milano come mi avevano elencato lo scorso marzo e che sono puntualmente dettagliati in questo articolo sopra.
    Al momento non hanno accettato la richiesta di visto Q2 perchè:
    1) le foto allegate ci ritraevano con occhiali con montatura leggera (a febbraio 2017 avevano accettato le stesse foto anche se era già in vigore il nuovo codice foto, che però prevede la possibilità di occhiali a montatura leggera che non nascondano gli occhi) – quindi foto da rifare SENZA occhiali anche se generalmente portati 24 ore su 24
    2)richiedono che venga allegato il certificato di matrimonio (del figlio o della nuora cinese) IN ORIGINALE
    pretesa totalmente assurda, visto che siamo in due a richiedere il visto e se l’originale è “originale”, ne avrei comunque solo uno da allegare.
    Assurda perchè non accettano un documento di matrimonio trascritto rilasciato dal mio comune di residenza dove si certificherà che mio figlio (iscritto all’Aire e con matrimonio trascritto in Italia ) è regolarmente sposato con una cittadina cinese.
    Quindi mi chiedo: al Consolato cinese disconoscono anche la validità di un certificato italiano di pieno valore…!?
    mi fermo qui e a giorni ripresenterò, ob torto collo, il visto turistico per entrata singola (sob! sigh!) rimandando ad altra data la voglia di combattere con le pretese dell’uff. visti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *